Borse: Milano “maglia nera” in Europa

Pubblicato il 24 Ottobre 2011 14:31 | Ultimo aggiornamento: 24 Ottobre 2011 14:37

MILANO, 24 OTT – Borse europee senza una direzione precisa ma piuttosto pessimiste poco oltre meta' giornata: pesa il rischio di un taglio sugli effettivi pagamenti dei titoli di Stato ellenici, che potrebbe essere anche superiore al 50%.

L'indice Stoxx 600, che fotografa l'andamento dei principali gruppi quotati sui listini del Vecchio continente, cede poche frazioni di punto, ma Piazza Affari, in attesa dell'adozione dei provvedimenti che l'Unione europea ha chiesto all'Italia, cede oltre l'1% e rimane ampiamente la peggiore. Ovviamente Atene a parte, che perde il 5,1% nell'indice generale e il 7% in quello dei 20 titoli principali.

A trascinare al ribasso la Borsa greca sono dalla prima mattinata i titoli bancari proprio sul rischio 'haircut' per i Bond ellenici: Pireus bank cede il 22,1%, Eurobank il 19,1%, Alpha il 18% netto. Nel settore del credito in Europa male anche le banche portoghesi, mentre corre Lloyds, che sale del 4% netto. Bene anche Credit suisse (+2,68%).

I listini internazionali sono comunque sempre sostenuti dal comparto delle materie prime (+3,2% l'indice Dj stoxx specializzato) grazie al rialzo dei prezzi dei metalli: Antofagasta cresce del 6,3%, Rio Tinto del 4,7%. Di seguito, gli indici dei titoli guida delle principali Borse europee: – Londra +0,29% – Parigi -0,14% – Francoforte -0,04% – Madrid -0,18% – Milano -1,12% – Amsterdam -0,34% – Stoccolma +0,38% – Zurigo +0,24%