Bpm, la Banca d'Italia chiede in Cdg solo persone esterne

Pubblicato il 24 ottobre 2011 9:26 | Ultimo aggiornamento: 24 ottobre 2011 12:06

MILANO, 24 OTT – ”La Banca d’Italia richiede che i componenti del nuovo consiglio di gestione siano prescelti tra professionalita’ esterne”. Questo il contenuto della lettera di Bankitalia che Massimo Ponzellini informa, su richiesta Consob, d’aver consegnato al neo eletto presidente del Consiglio di sorveglianza, Filippo Annunziata.

Nella serata di ieri Consob ha sollecitato Bpm a rendere nota la lettera di Bankitalia e Massimo Ponzellini, ex presidente ma ancora rappresentante protempore dell’istituto, la pubblica integralmente precisando di aver ricevuto la lettera il 22 ottobre e di averla consegnata a Filippo Annunziata che, chiede Bankitalia, dovra’ darne lettura all’inizio della prima seduta del nuovo organo consiliare. ”Alla luce delle criticita’ gestionali delineate dal sopralluogo ispettivo e degli ulteriori elementi nel corso del corrente mese di ottobre, la Banca d’Italia richiede, a presidio della sana e prudente gestione della Bpm, che i componenti del nuovo consiglio di gestione siano prescelti tra professionalita’ esterne, che non abbiano fra l’altro mai ricoperto in Bpm o nelle sue controllate incarichi di amministrazione, direzione o controllo cosi’ da promuovere il definitivo superamento delle passate logiche gestionali”.