Btp Italia, domanda oltre i 4 miliardi. Piazza Affari chiude a +3,26%

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Maggio 2020 18:17 | Ultimo aggiornamento: 18 Maggio 2020 18:18
Btp Italia, Ansa

Btp Italia, domanda oltre i 4 miliardi. Piazza Affari chiude a +3,26% (foto Ansa)

ROMA – Nella prima giornata di collocamento ottima partenza per il Btp Italia anti-Covid: gli ordini, infatti, hanno superato  i 4 miliardi di euro.

L’esordio è stato decisamente superiore a quello dell’ultima emissione, datata ottobre 2019, quando il Btp Italia aveva raccolto poco meno di 3 miliardi nel primo giorno e 6,7 miliardi alla chiusura del collocamento.

Iacovoni: “Btp Italia è partito in modo soddisfacente”

Il Btp Italia “è partito in modo abbastanza soddisfacente. Normalmente la partenza è forte ma in confronto con le altre emissioni, anche con l’ultima, è molto forte”.

Lo ha sottolineato Davide Iacovoni, capo della direzione Debito pubblico.del ministero dell’Economia, a Radio24 a poche ore dall’avvio della nuova emissione del titolo di Stato.

“Il dato importante – ha spiegato – è il numero molto elevato dei contratti in confronto alla precedente emissione”, superiore nelle prime ore della mattinata “di quasi 4 volte”.

Riguardo al tasso minimo garantito, stabilito all’1,4%, potrà essere modificato, ma solo al termine dell’operazione.

“Giovedì – ha aggiunto Iacovoni – dovremo vedere il mercato come si è mosso, ove sia necessario andremo a ritoccare la cedola, ma solo esclusivamente al rialzo, perché quella che abbiamo comunicato venerdì è la cedola minima.

Questo è un tasso reale, comunque garantito, – ha puntualizzato ancora – dopodiché ove ci sia inflazione sarà recuperata e in termini lordi si potrà avere qualcosa in più.

Alla scadenza, a maggio 2025, si avrà poi questo una tantum dell’8 per mille, ma solo per coloro che avranno tenuto il titolo fino ad allora”.

La tassazione, ha ricordato, è quella agevolata, pari al 12,5%, e il titolo non è intaccato dalla tassa di successione.

Chiunque abbia il proprio home banking può effettuare l’acquisto online ma anche le banche “si stanno organizzando per prenotare il titolo con modalità innovative, via telefono o mail”.

Piazza Affari chiude con un +3,26%

Chiusura in volata per Piazza Affari. Il Ftse Mib ha guadagnato il 3,26% a 17.401 punti.

Sono in crescita anche le principali Borse europee.

Consob, ultimo giorno di stop per le vendite allo scoperto

La Consob, alla luce della progressiva normalizzazione delle condizioni generali di mercato, ha deciso di sospendere il divieto temporaneo all’assunzione di nuove posizioni nette corte e all’incremento delle posizioni nette corte esistenti.

La Consob continuerà a monitorare attentamente l’andamento generale dei mercati finanziari. Lo stop alle vendite allo scoperto, in seguito alla decisione di Consob di sospendere il divieto, terminerà alle 23.59 di oggi.

Lo si legge nel comunicato dell’Autorità nel quale, si spiega, “dall’implementazione del divieto, la Consob ha osservato una progressiva normalizzazione delle condizioni generali di mercato, a cui tuttavia si è associata una riduzione della liquidità. Alla luce di queste circostanze, la Commissione, in consultazione con l’Esma e con le autorità di Austria, Belgio, Francia, Grecia e Spagna, che hanno adottato misure analoghe, ha deciso di sospendere il divieto alle posizioni nette corte”. (Fonte: Ansa).