Caccia agli evasori. Fiamme gialle sequestrano 8 pompe di benzina

Pubblicato il 13 agosto 2010 8:21 | Ultimo aggiornamento: 13 agosto 2010 8:33

Otto pompe di benzina di un’area di servizio autostradale, che erogavano quantità di carburante sensibilmente inferiore a quelle indicate dai display delle colonnine, sono state sequestrate dalla Guardia di Finanza di Udine. Il sequestro è stato fatto, con la collaborazione del personale ispettivo dell’Ufficio Metrico della Camera di Commercio del capoluogo friulano, al termine di una serie di indagini condotte dal Nucleo di Polizia Tributaria delle Fiamme Gialle di Udine.

Il rappresentante legale della società di gestione delle pompe è stato denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Udine per frode in commercio e per detenzione e uso di misure con impronte false. Durante le indagini, la Guardia di Finanza ha accertato che le pompe sequestrate sottraevano ai rifornimenti una quantità di carburante persino superiore al doppio di quella consentita dalla legge come tolleranza di errore.

Inoltre, alcuni dispositivi installati sulle pompe per la taratura degli strumenti di misura dei carburanti erano privi dei sigilli previsti dalle attuali norme di tutela dei consumatori.