Camusso contro novità governo sui contratti a termine: “Decreto peggiorato”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Maggio 2014 16:32 | Ultimo aggiornamento: 3 Maggio 2014 16:33
Camusso contro novità governo sui contratti a termine: "Decreto peggiorato"

Susanna Camusso, segretario Cgil (foto Lapresse)

ROMA – Alla Cgil non piace la novità del governo sul tema lavoro: il governo ha infatti inserito un emendamento nel decreto che prevede che se un datore di lavoro sfora il limite di rinnovi per dipendenti con contratto a termine debba pagare solo un’ammenda.

Polemica Susanna Camusso, segretario generale della Cgil: “Abbiamo visto delle indiscrezioni, non abbiamo testi finali e ci riserviamo di vederli, se però gli annunci corrispondono alla realtà mi pare che si sia ulteriormente peggiorato un decreto che già non andava bene”.

A giudizio di Camusso, ancora, “soprattutto si continuano a costruire modalità per cui l’unica strada è la precarizzazione, anche i pochi vincoli che c’erano al fatto di costruire un rispetto della norma qualora si utilizzassero in modo non corretto gli strumenti”.

Quindi, ha concluso Camusso, “la riassunzione dei lavoratori trasformata in una modalità pecuniaria è il via libera all’illegittimità dei rapporti”.

Poi la Camusso ha polemizzato anche con chi ha definito il decreto Cgil Act: ”Bisogna che si mettano d’accordo perchè ogni due ore passiamo dall’inesistenza del ruolo e del valore dei sindacati al fatto che condizionano tutto: bisogna che si mettano d’accordo con il cervello”.