Camusso: “Da emendamenti nessuna novità per ridurre la precarietà”

Pubblicato il 10 Maggio 2012 19:52 | Ultimo aggiornamento: 10 Maggio 2012 20:10

ROMA, 10 MAG – ”Nel testo originario” del ddl di riforma del mercato del lavoro ”non c’e’ una scelta netta per ridurre la precarieta’. E anche gli emendamenti” presentati al Senato ”non fanno questa operazione: non si vede un segno di cambiamento”. Cosi’ il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, parlando in piazza, a Roma, in occasione della giornata nazionale contro la precarieta’ indetta dalla stessa Cgil.

”Se si vuole dare risposta ai tanti giovani, ai tanti precari, ai tanti lavoratori preoccupati bisogna smetterla di dire che la riforma del mercato del lavoro porta posti di lavoro, perche’ non ne porta uno di piu’, anzi uno di meno”, ha affermato il leader della Cgil sottolineando che ”il tema e’ creare occupazione: bisogna fare uno straordinario piano del lavoro”.

Rivolgendosi ad un gruppo di esodati presente alla manifestazione, dopo il ‘mea culpa’ del ministro del Lavoro, Elsa Fornero, Camusso ha detto: ”Abbiamo sperato che ieri sera il governo desse risposte sul disagio sociale” partendo dal tavolo sugli esodati, ”ma hanno e abbiamo avuto una grande delusione”. ”Non abbiamo avuto una risposta che ci permetta di dire che possono stare tranquilli”, ha aggiunto.