Camusso: "Per gli ammortizzatori sociali servono risorse di Stato"

Pubblicato il 29 Febbraio 2012 13:54 | Ultimo aggiornamento: 29 Febbraio 2012 15:13

ROMA – Per un sistema di ammortizzatori che sia ''concretamente inclusivo per tutti'' ci vogliono risorse da parte dello Stato. Lo afferma il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, parlando ad un convegno al ministero degli Esteri. Secondo Camusso, la protezione della disoccupazione ''non puo' diventare solo un fatto assicurativo tra privati.

Se le imprese dicessero – ha spiegato – 'siamo disposti a contribuire' non e' sufficiente. Non e' vero che il tema della protezione della disoccupazione possa diventare un fatto assicurativo tra privati. E' uno dei piu' grandi strumenti di politica sociale. Ci vogliono risorse, come peraltro e' sempre stato. Se cig e cigs sono autofinanziati dai lavoratori e dalle imprese, mobilita' e disoccupazione non sono mai stati completamente risolti dalla sola contribuzione''.

La Cgil vuole continuare la discussione sulla riforma del mercato del lavoro ma ritiene incomprensibile che si metta un limite temporale. ''Sono per continuare la discussione – ha detto il numero uno del sindacato, Susanna Camusso – per noi non c'e' un limite.

Il Governo vuole mettere un limite, saranno loro a tirare le fila ma troverei incomprensibile che in una discussione si dica 'la interrompiamo per ragioni di calendario'''.