Camusso: “Questo governo è inconciliabile con i diritti dei lavoratori”

Pubblicato il 11 Novembre 2011 20:33 | Ultimo aggiornamento: 11 Novembre 2011 20:39

BARLETTA, 11 NOV – ''Diritti dei lavoratori e progresso non sono inconciliabili, inconciliabili sono i diritti e questo governo, che ha negato la crisi pensando di risolvere in questo modo i problemi e ha reso labile la relazione fra diritti dei cittadini e doveri fiscali, legittimando l'evasione fiscale e l'irregolarita', un esempio di cio' e' proprio quanto accaduto a Barletta il 3 ottobre scorso''. Lo ha detto proprio a Barletta il segretario generale della Cgil Susanna Camusso.

Quest'ultima e' tornata oggi nella citta' pugliese dopo che qualche giorno dopo il crollo della palazzina di via Roma, furono celebrati i funerali delle quattro operaie di un laboratorio tessile morte sotto quelle macerie, operaie che lavoravano in nero per 3,95 centesimi l'ora.

Nel crollo mori' anche una ragazza di 14 anni, figlia dei proprietari dell'opificio.

''I paesi intorno al nostro – ha detto ancora Camusso – che stanno meglio di noi, non hanno destrutturato il lavoro''.