Canone Rai, come si paga e come richiedere l’esenzione

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Gennaio 2020 18:34 | Ultimo aggiornamento: 14 Gennaio 2020 18:34
Canone Rai, Ansa

La sede della Rai (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Il 31 gennaio del 2020 scadrà il termine per il pagamento del canone Rai.

Chi deve pagare? Chiunque ha un apparecchio televisivo. Ma cosa si intende per apparecchio televisivo?

“E’ tenuto al pagamento del canone – si legge sul sito Rai – chiunque detiene un apparecchio televisivo. Per apparecchio televisivo si intende un apparecchio in grado di ricevere, decodificare e visualizzare il segnale digitale terrestre o satellitare, direttamente – in quanto costruito con tutti i componenti tecnici necessari – oppure tramite decoder o sintonizzatore esterno, secondo la definizione contenuta nella nota del 20 aprile 2016 del Ministero dello Sviluppo Economico”.

Come si paga? Dal 206 il canone viene addebitato sulla bolletta della luce.

“Sì, dal 1° gennaio 2016 – si legge ancora sul sito Rai – la detenzione di un apparecchio si presume nei confronti dei titolari di utenza di fornitura elettrica ad uso domestico residente – pdf e il canone viene addebitato nelle fatture per la fornitura di energia elettrica”.

Chi è esonerato dal pagamento?

“Sono esonerati dal pagamento del canone – si legge sul sito della Agenzia delle Entrate – gli ultrasettantacinquenni con reddito non superiore a determinate soglie, i diplomatici e militari stranieri e coloro che non detengono un apparecchio televisivo”.

Come chiedere l’esonero?

L’esonero dal pagamento della tassa deve essere certificata di anno in anno, per questo motivo è necessario inviare l’apposito modulo con il quale si richiede la disdetta del canone entro il 31 gennaio 2020.

Fonte: Rai, Agenzia delle Entrate.