Carige, gli americani di BlackRock si ritirano, resta il salvataggio di Stato stile Mps

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 maggio 2019 10:47 | Ultimo aggiornamento: 9 maggio 2019 10:47
Carige, gli americani di BlackRock si ritirano, resta il salvataggio di Stato stile Mps

Carige, gli americani di BlackRock si ritirano, resta il salvataggio di Stato stile Mps

ROMA – Salta l’operazione di salvataggio di Carige da parte di BlackRock. Il fondo Usa si è ritirato, i commissari ne hanno preso atto e quale soluzione per rilanciare l’istituto di credito genovese non resta, come esplicitamente segnalato nella nota diffusa, che la richiesta di ricapitalizzazione precauzionale al Tesoro, cioè il salvataggio pubblico sul modello Mps. 

Il fondo “ha ritenuto di non dare ulteriore corso alla sua iniziale manifestazione di interesse”. “I commissari di Carige comunicano che, al termine di un articolata fase preparatoria nell’ambito della quale si inquadra la delibera del Consiglio di Gestione dello Schema Volontario di lunedì 6 maggio, il fondo BlackRock ha ritenuto di non dare ulteriore corso alla sua iniziale manifestazione di interesse, afferma la nota diffusa dalla banca ligure.

“Proseguono le valutazioni riguardanti ulteriori soluzioni di mercato finalizzate ad assicurare stabilità e rilancio di Banca Carige – si aggiunge – Restano, in ogni caso, ferme le previsioni del titolo II del DL 8 gennaio 2019 che consentono l’eventuale avvio dell’iter per la richiesta di ricapitalizzazione precauzionale al Ministero dell’Economia”.

La decisione di BlackRock di non procedere con l’investimento e salvataggio di Carige arriva dopo una valutazione del team di investimenti della società di gestione. La scelta sarebbe avvenuta comunque a livello di gruppo trattandosi di un’operazione così articolata. I fattori presi in considerazione sarebbero stati diversi, ma determinante sarebbe stata il ritorno possibile dell’investimento, in considerazione del ruolo fiduciario nei confronti degli investitori nei fondi BlackRock.

Non ci sarebbero stati, insomma, nuovi fattori di ostacolo sopraggiunti nella trattativa. La società di gestione non commenta i singoli investimenti nel dettaglio ma in giornata potrebbe dare un chiarimento ufficiale. (fonte Ansa)