Carte di credito: commissioni sotto i 30 euro, non per la benzina

Pubblicato il 5 Giugno 2013 9:03 | Ultimo aggiornamento: 5 Giugno 2013 9:11

carte-creditoROMA – Nessun costo extra per pagare la benzina con la carta di credito. Commissioni più basse per il negoziante per le transazioni sono i 30 euro. Sono i punti fondamentali espressi nella bozza di decreto preparata dal ministero dell’Economia. Scrive Italia Oggi:

Mini commissioni sui pagamenti con carta di importi sotto i 30 euro. Salva la gratuità per i pagamenti con carta dei rifornimenti di carburante. È quanto prevede lo schema di decreto del ministero dell’economia e finanze sulla riduzione delle commissioni dei beneficiari di transazioni con carta di credito, in attuazione dell’articolo 12, comma 9, del dl 201/2011.

Sullo schema si è pronunciato con parere favorevole il Consiglio di stato (n. 2503/2013 del 23 maggio 2013, adunanza del 9 maggio 2013). La norma, per contrastare l’uso del contante e favorite l’uso delle carte prevede una riduzione delle commissioni a carico degli esercenti in relazione alle transazioni effettuate mediante carte di pagamento. Le linee generali del decreto sono state tracciate nella disposizione citata: commissioni correlate alle componenti di costo effettivamente sostenute da banche e circuiti interbancari; distinzione delle componenti di servizio legate in misura fissa alla esecuzione dell’operazione da quelle di natura variabile legate al valore transatto; valorizzazione del numero e la frequenza delle transazioni.