Casa: italiani a caccia di trilocali. Nelle grandi città vince bilocale

Pubblicato il 14 Dicembre 2011 19:55 | Ultimo aggiornamento: 14 Dicembre 2011 19:55

MILANO – Giovani coppie, single risparmiatori, investitori immobiliari: profili differenti che mediamente mirano ad un’unica soluzione abitativa, il trilocale. Secondo gli ultimi dati diffusi da Tecnocasa, l’analisi della domanda d’acquisto di abitazioni a novembre ha messo in luce come nelle grandi città italiane la tipologia immobiliare più ambita sia proprio il trilocale, che da solo copre il 35% delle preferenze totali.

In seconda battuta rimane invece la domanda di bilocali (31%) e infine quella del cinque locali (8%). Ma si tratta appunto di una stima media, perché analizzando i dati nel dettaglio si scopre come Milano, Roma, Napoli e Torino segnalino una richiesta primaria di bilocali: tant’è che fino al mese scorso, il 2011 ha segnato un incremento dell’1,2% nella domanda di queste tipologie di abitazione nelle grandi città italiane.

Sono invece gli altri capoluoghi di regione ad alzare la media, visto che in queste città la concentrazione della domanda di trilocali è pari al 50%, seguita dal bilocale con il 28,% ed infine dal quattro locali con il 18%. Tra queste città spicca Bologna con la domanda di bilocali più alta d’Italia, mentre a Firenze la richiesta di quattro locali supera quella delle altre tipologie abitative.

Per quanto riguarda la disponibilità di spesa, gli ultimi dati diffusi a novembre dai centri specializzati nella domanda immobiliare evidenziano come la maggioranza delle richieste si concentri tra 170 e 249.000 euro (25%), poco al di sopra della fascia compresa tra 250 e 349.000 (21%) e quella tra 120 e 169.000 (21%). Interessante l’interpretazione del dato di disponibilità di spesa letto alla luce degli incrementi di spesa segnati nel 2011: si è registrato un aumento della concentrazione nella fascia di spesa inferiore ai 120.000€ (+1,1%), perché gli italiani sembrano dirigersi verso acquisti immobiliari più modesti. Fanno eccezione solo Roma e Firenze dove la maggioranza delle richieste di concentra nella fascia più elevata, tra i 250 e i 349.000 euro.

Le motivazioni dell’acquisto immobiliare sembrano risiedere soprattutto nella spinta all’investimento e infatti in molte circostanze una famiglia vende per poi a sua volta comprare. Oggi giorno, in ogni caso, non si tratta di un’operazione facile: Tecnocasa fa sapere che i tempi medi di vendita nelle principali città italiane sono passati da 154 giorni a 171.