Casa, rallenta la caduta del mercato: meno 7,7% nel secondo trimestre

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 settembre 2013 13:18 | Ultimo aggiornamento: 24 settembre 2013 13:18

Casa, rallenta la caduta del mercato: meno 7,7% nel secondo trimestreROMA – La caduta del mercato immobiliare rallenta nel secondo trimestre del 2013. Il calo infatti si ferma al 7,7% rispetto al secondo trimestre del 2012, contro il calo del 13,8% registrato nel primo trimestre dai dati dell’Agenzia delle Entrate. Il volume delle compravendite si attesta a quota 242.817.

Nel primo semestre del 2013 il valore medio di un’abitazione risulta pari a circa 167 mila euro, in diminuzione (-2.400 euro, -1,4%) rispetto al primo semestre dell’anno scorso. L’Agenzia delle Entrate spiega che il fatturato, a 34 miliardi nel primo semestre, è però diminuito del 12,9%.

La città più cara è Roma, con il valore medio delle abitazioni che si aggira sui 298mila euro, seguita da Milano. Le flessioni del mercato sono più marcate a Genova, Firenze e Palermo, mentre in controtendenza aumentano le compravendite a Bologna e Napoli.

I DATI – Nel secondo trimestre 2013 le vendite registrate nel settore residenziale comunica l’Agenzia delle Entrate, si sono ridotte del 9,3%, per un volume di abitazioni pari a 180.618. Il mercato delle pertinenze registra un calo del 7,5%. Continua la contrazione anche nei settori non residenziali: il terziario ha perso il 10,6% delle compravendite, il settore produttivo il 6,5% mentre il settore commerciale registra un -2,7%. È il Nord a mostrare la perdita più contenuta (-7,9%), mentre al Sud e al Centro il calo si mantiene superiore al 10%.

Nel secondo trimestre 2013, per quanto riguarda le compravendite di abitazioni nelle grandi città, resta marcata la flessione a Genova (-15,7%), a Firenze (-11,3%) e a Palermo (-9,4%), mentre più lievi sono quelle rilevate a Roma (-6,9%), Torino (-4,7%) e Milano (-2%). Lo comunica l’Agenzia delle entrate sottolineando che a questo trend fanno eccezione Bologna, che segna un rialzo del 5% e Napoli con +1,8% (ma il dato della città partenopea è legato alla consistente dismissione del patrimonio immobiliare pubblico del Comune).

ROMA LA PIU’ CARA –  E’ Roma la città in cui i prezzi delle case sono più alti. Nel primo semestre 2013 il valore medio di un’abitazione nella capitale è di 298.200 euro, 3.276 euro al metro quadro (-2,4% rispetto al secondo semestre 2012). Segue Milano, dove il prezzo medio di un’abitazione è di 246.500, 2.972 euro a metro quadro