Case, mutui in aumento del 50% tra gennaio e marzo 2015

di redazione Blitz
Pubblicato il 4 Maggio 2015 14:04 | Ultimo aggiornamento: 4 Maggio 2015 14:04
Case, mutui in aumento del 50% tra gennaio e marzo 2015

Case, mutui in aumento del 50% tra gennaio e marzo 2015

ROMA – Riparte il mercato immobiliare in Italia, con mutui in crescita del 50%. Lo rivelano i dati Abi, l’associazione bancari italiani che raccoglie circa l’80% degli istituti di credito sul mercato. Dal campione di 78 banche emerge che tra gennaio e marzo 2015 l’ammontare delle erogazioni di nuovi prestiti per l’acquisto della casa è salito a 7,9 miliardi di euro rispetto ai 5,25 miliardi dello scorso anno. L’incremento è quindi pari al 50%, spinto anche dal calo dei tassi di interesse.

L’associazione bancaria sottolinea inoltre come il dato sia superiore anche rispetto ai primi tre mesi del 2013, quando i mutui si attestarono sui 4,337 miliardi di euro, sia al valore dei primi tre mesi del 2012 (5,177 miliardi di euro).

I mutui a tasso variabile rappresentano, nei primi tre mesi del 2015, il 66,7% delle nuove erogazioni complessive.

“Tuttavia – si legge nel comunicato Abi – sono in sensibile incremento i mutui a tasso fisso che hanno raggiunto a marzo 2015 quasi il 35% delle nuove erogazioni, erano quasi il 18% dodici mesi prima”.

I numeri Abi confermano quanto già rilevato dall’Istat per l’anno 2014. Gli aumenti più decisi si osservano al Sud (+13,6%), al Centro (+12,8%) e nelle Isole (+11,2%). Con 77.368 convenzioni rogate, il quarto trimestre 2014 contribuisce in misura significativa: l’aumento sullo stesso trimestre dell’anno precedente è del 13%. Il conteggio dell’Istat esclude le rinegoziazioni e le surroghe, che hanno costituito fin qui gran parte della crescita del numero di contratti.