Cessione casa tra coniugi divorziati/separati: torna la tassa, stop agevolazioni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 settembre 2013 11:49 | Ultimo aggiornamento: 16 settembre 2013 11:49
Cessioni beni tra coniugi divorziati/separati: torna la tassa, stop agevolazioni

Cessioni beni tra coniugi divorziati/separati: torna la tassa, stop agevolazioni

ROMA – Cessione casa tra coniugi divorziati/separati: torna la tassa, stop agevolazioni. Nel confuso riordino della fiscalità sui beni immobili (Imu, service tax) poco si è parlato (ci torna oggi il Sole 24 Ore) del ritorno della tassa sulle cessioni e i trasferimenti immobiliari a seguito di un procedimento di separazione e di divorzio. Come si sa era stata eliminata (con progressiva equiparazione dei separati ai divorziati) fino a quando, prima il decreto che cancellava l’Imu sulla prima casa poi il dl scuola, non hanno confermato la scelta del Governo di tagliare linearmente (cioè senza adottare alcun discrimine) ogni agevolazione (due aliquote e zero agevolazioni, tranne la “prima casa”).

Quindi, dal 1° gennaio 2014, da un regime di totale esonero dalla tassazione, si passerà a un quadro fiscale che prevede il ripristino delle tasse a carico dei trasferimenti immobiliari di divorziai e separati di questo entità: prendendo a valore esemplare un immobile che vale 100 mila euro (valore catastale) a un carico fiscale di euro 9.100 ((9.000+50+50, considerando le imposte di registro) oppure di euro 2.100 se sia richiedibile l’agevolazione “prima casa”.