Cina: "Acquisto dei bond Efsf non è in discussione"

Pubblicato il 28 ottobre 2011 13:35 | Ultimo aggiornamento: 28 ottobre 2011 13:54

PECHINO – L'acquisto da parte della Cina di bond emessi dall'Efsf, il fondo di stabilità creato dall' Unione Europea, ''non sarà in discussione'' nella prossima riunione del G20. Lo ha affermato il viceministro delle finanze di Pechino Zhu Guangyao in una conferenza stampa a Pechino. Zhu ha aggiunto che l'Efsf (European Financial Stability Facility) ha varato dei nuovi strumenti d'investimento che devono essere ''studiati'' prima di prendere una decisione.

In precedenza Klaus Regling, chief executive dell'Efsf, ha sottolineato che la sua visita a Pechino, in corso, non riguarda nuovi acquisti di bond da parte cinese. Regling ha aggiunto che la Cina e altri Paesi asiatici hanno già acquistato il 40% dei bond emessi dal fondo e che la sua visita ha lo scopo di ''discutere con gli investitori''. Il Ceo del fondo europeo ha precisato che incontrerà esponenti del ministero delle finanze e della banca centrale cinese.