Cina boom: record di vendite per le macchine di lusso. Mania per Mercedes, Bmw e Audi

Pubblicato il 16 agosto 2010 18:51 | Ultimo aggiornamento: 16 agosto 2010 18:59

Le auto di lusso sono diventate una vera ”mania” per i cinesi che possono permettersele, tanto che le vendite di questi modelli stanno crescendo più del doppio rispetto alla media di tutto il settore, raggiungendo – secondo un’analisi di J.D. Power & Associates – le 530.000 unità quest’anno e vanno verso quota 1,1 milioni entro il 2014. Una situazione diversa rispetto all’andamento generale del più grande mercato automobilistico del mondo (la crescita non è più così forte e costante come negli anni passati) che sta comunque avvantaggiando le marche che presidiano il segmento del lusso.

Bmw, il numero uno mondiale del settore, ma anche Audi e Mercedes stanno ottenendo risultati eccezionali in Cina, compensando così le difficoltà del mercato tedesco e in generale di quelli europei. In luglio – riporta Bloomberg – le vendite di Bmw in Cina sono aumentate dell’82% raggiungendo le 13.852 unità. Quelle dell’Audi sono cresciute del 53% mentre la Mercedes ha addirittura triplicato le vendite in quel mercato.

”La disponibilità a spendere soldi, la forte crescita dell’economia ed una limitata competizione sono una combinazione esplosiva per il settore – ha puntualizzato Michael Dunne, presidente della società di ricerca Dunne & Co – e lo conferma il fatto che i cinesi ricchi amano raccontare il loro successo agli amici, ai parenti ed ai colleghi descrivendo che automobile guidano”.

Le vendite in Cina di automobili non di lusso stanno andando meno bene: un report di Automotive News evidenzia che questa è la conseguenza delle misure prese dal Governo per ”raffreddare” l’economia e della minore disponibilità alla spesa da parte dei ceti medi a causa della crescita dell’inflazione.

La crescita delle vendite complessive di veicoli ha rallentato in Cina al 13,6% in luglio, che – come ha sottolineato China Association of Automobile Manufacturers – è il peggiore dato degli ultimi 16 mesi. Ben diversa la situazione sul fronte tedesco, dove le immatricolazioni in luglio (secondo i dati del Federal Motor Vehicle Office di Flensburg) sono scese del 30%. In Germania lo scorso mese sia Audi che Mercedes hanno chiuso con segno negativo, mentre la sola Bmw si è limitata ad un incremento del 4%.