Cinque per mille/ In Liguria i contribuenti più generosi, la Campania fanalino di coda

Pubblicato il 17 Luglio 2009 20:04 | Ultimo aggiornamento: 17 Luglio 2009 20:04

Genovesi tirchi? Niente di più falso. Sarebbero proprio gli abitanti della Liguria i più generosi a versare il 5 per mille. Lo rivela una ricerca del servizio studi Consodata, società del gruppo Seat Pagine Gialle, condotta su un campione di 255 mila italiani. È in questa regione che si concentra la maggiore quota di chi sceglie a chi destinare il proprio 5 per mille: il 69%, il miglior risultato davanti a Friuli Venezia Giulia (66%), Emilia Romagna e Trentino Alto Adige (entrambe al 63%). Fanalino di coda nelle scelte la Campania, dove solo il 39% ha destinato il proprio 5 per mille. Risultati di poco superiori in Calabria (40%) e Sicilia (42%).

Dal punto di vista anagrafico i contribuenti più attenti al settore onlus e associazioni di volontariato sono i più anziani: il 78% di loro devolve il 5 per mille dell’Irpef mentre tra quanti hanno fra i 75 e gli 80 anni la percentuale è del 64%; diametralmente opposta la situazione tra i giovani: fra coloro che hanno tra i 18 e i 24 anni, solo il 34% ha firmato la casella della destinazione del contributo.

Da un’analisi più generale emerge che l’identikit di chi devolve il cinque per mille è una persona di mezza età, residente al Nord, con un livello culturale piuttosto elevato e un reddito medio-alto.