Istat, a gennaio riparte l’export: +1%, risultato migliore dal 2008

Pubblicato il 18 Marzo 2010 11:31 | Ultimo aggiornamento: 18 Marzo 2010 11:31

A gennaio 2010 le esportazioni italiane sono cresciute nel complesso dell’1% rispetto a gennaio 2009, la prima variazione tendenziale positiva dall’inizio della crisi (settembre 2008). Rispetto a dicembre 2009 l’export segna un calo dell’1,6%. Lo rileva l’Istat.

Per quanto riguarda le importazioni, su base annua si registra un calo dello 0,3% mentre su base mensile l’import segna un +1,1%.  Il saldo complessivo è negativo per 3.360 milioni di euro ma in miglioramento rispetto al deficit di 3.608 milioni di gennaio 2009.

Sempre a gennaio 2010 le esportazioni italiane verso i paesi europei sono invece diminuite dell’1,4% su base annua e del 2,5% rispetto a dicembre 2009.  L’Istat aggiunge  che le importazioni dalla zona Ue sono aumentate del 3,2% su base annua e sono diminuite dell’1,9% su base mensile. Il saldo della bilancia commerciale con i Paesi Ue risulta dunque negativo per 165 milioni di euro, in peggioramento rispetto al saldo positivo per 380 milioni registrato a gennaio 2009.

Se si prende in considerazione il periodo novembre 2009-gennaio 2010, sia l’export che l’import mostrano andamenti positivi rispetto ai tre mesi precedenti: +1,9% per le esportazioni, +2,1% per le importazioni.