Commissione Ue: “A Bce la vigilanza unica sulle banche”

Pubblicato il 12 settembre 2012 10:59 | Ultimo aggiornamento: 12 settembre 2012 14:34
Discorso sullo stato dell'Unione Jose Manuel Barroso

Jose Manuel Barroso (Lapresse)

BRUXELLES – La Commissione Ue ha formalmente adottato la proposta legislativa per il meccanismo unico di vigilanza sulle banche dell’eurozona, che conferisce alla Bce poteri di sorveglianza su circa 6000 istituti di credito. Il Collegio dei commissari ha adottato un pacchetto legislativo che include due regolamenti, uno con cui vengono conferiti alla Bce i poteri di sorveglianza e l’altro che rivede il regolamento dell’Eba, l’Autorità bancaria europea, e una comunicazione politica, in cui vengono inquadrati i provvedimenti proposti nel più ampio ambito dell’Unione bancaria.

Si tratta di un ”passo importante”, ha sottolineato il presidente della Commissione Josè Barroso, invitando l’Europarlamento a dare la ”massima priorità” alle misure legislative. L’obiettivo è che siano adottate entro fine 2012 perché possano entrare in vigore il primo gennaio 2013.

Le autorità nazionali aiuteranno la Bce nell’effettuare la vigilanza quotidiana e nel preparare e attuare le sue decisioni. L’Eba dovrà elaborare linee guida comuni per tutti i 27 paesi Ue, in modo da garantire l’integrità del mercato unico.

La cancelliera tedesca, Angela Merkel, avverte: “La Bce non deve essere sovraccaricata nel ruolo di controllore delle banche”. Parlando al Bundestag Merkel ha detto: “La cosa importante è che il controllo possa funzionare dal punto di vista qualitativo. Il punto è la qualità non soltanto la quantità della sorveglianza”.