Conad, sono 3105 gli esuberi ex Auchan Italia. Mille nella sede di Milano

di Redazione Blitz
Pubblicato il 31 Ottobre 2019 12:15 | Ultimo aggiornamento: 31 Ottobre 2019 12:15
Conad annuncia 3105 esuberi dei dipendenti ex Auchan

Conad rileva i supermercati Auchan Italia (foto Ansa)

ROMA – Il piano industriale presentato da Conad per “il salvataggio” di Auchan prevede 3.105 esuberi a cui vengono offerte “soluzioni occupazionali diverse”, come i ricollocamenti presso la rete Conad o reti di terzi, attraverso “un vero e proprio Piano per il Lavoro, inteso come salvaguardia del lavoro e tutela dell’occupazione”. Lo comunica Conad in una nota sottolineando di aver messo in sicurezza 13.035 dei 16.140 dipendenti che lavoravano presso il gruppo Auchan al momento dell’acquisizione.

Mille esuberi solo a Milano

Poco meno di un migliaio nella sede centrale Auchan di Milano, un altro migliaio in 46 ipermercati che dovranno scendere di taglia e infine il migliaio rimanente nel resto della rete. Conad ricorda di aver dimezzato l’impatto occupazionale della crisi con il trasferimento di 109 punti vendita a settembre. A fine luglio l’85% dei punti vendita Auchan aveva però ancora ebitda negativo e restavano 6.197 dipendenti a rischio.

“Subito dopo l’acquisizione di Auchan –  segnala Rita Querzé sul Corriere della Sera –  gli esuberi potenziali erano 6.200 nell’ambito di un’operazione che comporta la presa in carico di 16.140 dipendenti. Ieri l’azienda non ha parlato dell’utilizzo di ammortizzatori ma solo di strumenti ordinari come gli incentivi all’esodo”.

I numeri della crisi Auchan

La rete dei supermercati Auchan in Italia versa in una situazione di “grave crisi” che può essere superata “solo con interventi organizzativi e di business a carattere straordinario, efficaci e tempestivi”. Lo afferma in una nota Conad, dopo aver presentato al Mise l’aggiornamento del piano industriale per il “salvataggio” di Auchan. Conad ricorda che la rete italiana del gruppo francese ha perso oltre 800 milioni nell’ultimo triennio, rosso che sale a 1,1 miliardi se si considera la sola ‘gestione caratteristica’.

“Nel 2019 la situazione è peggiorata ulteriormente”, sottolinea Conad, con un calo del “6,7% dei ricavi rispetto al progressivo di settembre 2018” al punto che “oggi la rete Auchan fa registrare perdite di esercizio per 1,1 milioni al giorno” Per mettere in sicurezza e integrare la rete Auchan in quella di Conad sono previsti 170 milioni di euro di investimenti e il ricorso a soli strumenti ordinari di gestione di crisi aziendali. Della rete Auchan solo il 60% entrerà a far parte di Conad mentre la rimanente parte passerà presso “altri primari operatori del settore”. Il tutto da realizzare entro la metà del 2020. (fonti Ansa e Corriere della Sera)