Condono: si paga il 20% del non dichiarato, fino a 100mila euro

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 ottobre 2018 15:07 | Ultimo aggiornamento: 16 ottobre 2018 15:11
Condono: si paga il 20% del non dichiarato, fino a 100mila euro

Condono: si paga il 20% del non dichiarato, fino a 100mila euro

ROMA – Si pagherà il 20% dell’imponibile evaso, fino a un massimo di 100mila euro. Sul provvedimento “pace fiscale” il governo M5S-Lega è giunto al compromesso finale (al netto delle modifiche del Parlamento e senza che ci sia ancora un testo di riferimento con tutte le specifiche del caso): nel via libera del Consiglio di Ministri al decreto fiscale collegato alla manovra c’è il condono richiesto da Salvini, per cui si potrà pagare a stralcio il 20% delle somme non dichiarate per sanare l’evasione.

Riguarderà le dichiarazioni dei redditi dal 2013 al 2017: attraverso una dichiarazione integrativa si potrà far emergere fino a un massimo del 30% rispetto alle somme dichiarate l’anno precedente e comunque per un massimo di 100mila euro. La misura non riguarderà gli evasori totali, cioè chi la dichiarazione dei redditi non l’ha proprio presentata. 

Per ridurre il contenzioso, si potranno inoltre sanare le liti con il fisco pagando senza sanzioni o interessi il 20% del non dichiarato in 5 anni in caso di vittoria del contribuente in secondo grado (o il 50% in caso di vittoria in primo grado). Allo stesso tempo, con la rottamazione ter delle cartelle Equitalia saranno cancellati sanzioni e interessi, dilazionando i pagamenti in 20 rate in 5 anni e arriverà lo stralcio delle minicartelle sotto mille euro accumulate dal 2000 al 2010.