Condono: 20% la tassa sui redditi nascosti. Tetto a 100mila euro l’anno (non cumulabili per tributo)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 ottobre 2018 9:08 | Ultimo aggiornamento: 24 ottobre 2018 9:39
Condono: 20% la tassa sui redditi nascosti. Tetto a 100mila euro (non cumulabili per annualità e tributo)

Condono: 20% la tassa sui redditi nascosti. Tetto a 100mila euro (non cumulabili per annualità e tributo)

ROMA – Il condono fiscale, nella versione ridotta del compromesso finale fra Lega e M5S, conserva l’aliquota del 20% per sanare i redditi non dichiarati tramite dichiarazione integrativa. Anche il tetto resta fissato a 100mila euro l’anno, con l’importante novità tuttavia che quei 100mila euro sono complessivi e non cumulabili per tributo.

Nella versione precedente infatti le maglie del condono erano molto più larghe perché consentiva di moltiplicare gli effetti della sanatoria: la soglia di 100mila euro poteva essere alzata fino a 500mila solo cumulando i cinque anni di anni di imposta ammessi al ravvedimento e per ulteriori altre cinque volte considerando i singoli tributi evasi. 

Resta escluso dal condono chi la dichiarazione dei redditi proprio non l’aveva presentata e chi è stato già raggiunto da un avviso o un atto di accertamento da parte dell’Agenzia delle Entrate. Sono sparite invece le norme che con un colpo di spugna cancellavano i reati connessi alla dichiarazione infedele come il riciclaggio. 

Gli incassi che arriveranno grazie al condono (approvato nella versione mini dal governo lo scorso weekend) andranno a finanziare il fondo per la riduzione della pressione fiscale e successivamente le misure della manovra. Il fondo – secondo quanto prevede l’articolo sulle disposizioni finanziarie – sarà finanziato con poco più di 390 milioni nel 2019. Le risorse a disposizione salgano nel 2020 a 1,6 miliardi e quasi a 2,5 miliardi nel 2021.