Condono, massimo vantaggio sopra i 75mila euro. Minimo sotto i 22mila

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 ottobre 2018 13:14 | Ultimo aggiornamento: 17 ottobre 2018 13:14
Condono, massimo vantaggio sopra i 75mila euro. Minimo sotto i 22mila

Condono, massimo vantaggio sopra i 75mila euro. Minimo sotto i 22mila

ROMA – “Pace fiscale” utile soprattutto a chi ha redditi elevati. E’ il Consiglio nazionale dei commercialisti a fare una prima stima su chi riceverà i maggiori vantaggi dal condono del Governo Lega-M5S: del massimo vantaggio fiscale beneficeranno infatti i contribuenti che faranno emergere il nero da sanare in aggiunta a redditi dichiarati per almeno 75mila euro. Vantaggio che si dimezza, viceversa, per chi parte da una dichiarazione di 22mila euro. Da 12mila euro in giù il vantaggio va via via azzerandosi.

Secondo i commercialisti, “il condono mediante dichiarazione integrativa e flat tax del 20% sostitutiva della ordinaria tassazione Irpef e relative addizionali regionali e comunali, con limite massimo di emersione pari a 1/3 dell’imponibile già dichiarato e tetto massimo a 100.000 euro, consente il massimo vantaggio ai contribuenti che fanno emergere redditi non dichiarati che si aggiungono a redditi già dichiarati per almeno 75.000 euro”.

Sull’intero ammontare di reddito non dichiarato fatto emergere “si ottiene uno sconto del 56% rispetto alla tassazione ordinaria”, mentre con “22.000 euro di ‘reddito di partenza’ il vantaggio cala da oltre il 50% a meno del 25%, per arrivare sostanzialmente ad azzerarsi dai 12.000 euro di ‘reddito di partenza’ in giù”.