Confindustria. Andrea Riello si ritira dalla corsa alla presidenza

Pubblicato il 7 Febbraio 2012 12:16 | Ultimo aggiornamento: 7 Febbraio 2012 13:15

VENEZIA – Fine corsa per la presidenza di Confindustria per Andrea Riello. Lo ha annunciato lo stesso industriale veneto, a margine di un incontro promosso dagli imprenditori del Nordest, a Mogliano Veneto.

Riello, dopo aver ringraziato ''questo territorio'', ha detto di ''dichiarare la mia indisponibilita', e a fare un passo di lato, non un passo indietro. In questo momento difficile, penso – ha proseguito – che due candidati bastano e avanzano''.Riello, al termine dell'incnotro a cui ha partecipato Alberto Bombassei, altro candidato alla presidenza, ha auspicato che in Giunta confindustriale, a Roma, ''ci sia un atto unitario; penso che in questo momento sia necessario un esempio di sobrieta'. E' una decisione che faccio con rammarico, ma e' la scelta giusta da fare''.

La corsa alla presidenza nazionale dell'associazione, secondo Riello, ''per i due candidati deve rimanere all'interno della correttezza e vivacita'''. Riello ha detto che nel corso dell'incontro ai colleghi ''di questo territorio che, come Triveneto, rappresentano il 20% dei voti assembleari'', ha fatto ''due raccomandazioni'' che ''riescano ad approfondire al loro interno le indicazioni per stabilire il profilo migliore per la presidenza'' e un'attenzione di Confindustria per la provincia.

Su questo aspetto, si aspetta risposte: ''la prossima Confindustria deve essere ancor di piu' attenta alla provincia., la provincia che vogliamo lasciare non e' quella del campanile e dello sportello bancario, ma quella del rumore della fabbrica''.

Riello ha infine evidenziato di ''rimanere vicino all'associazione'' e, scherzando, ''di sperare in futuro di guidare Confindustria nazionale. All'incontro erano presenti 59 imprenditori, in rappresentanza del triveneto, oltre che di Bologna, Mantova (i rappresentanti del bresciano sono stati bloccati dalla neve), di Federmacchine e di Anfao.