Congedi parentali di 15 giorni. E retroattivi (le giornate di lavoro perse prima del decreto)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Marzo 2020 13:40 | Ultimo aggiornamento: 13 Marzo 2020 13:40
Congedi parentali di 15 giorni. E retroattivi (le giornate di lavoro perse prima del decreto)

Emergenza coronavirus: nel decreto i congedi parentali di 15 giorni (Ansa)

ROMA – Congedi parentali di 15 giorni. E retroattivi: il provvedimento varrà cioè anche per le giornate di lavoro perse per le restrizioni dovute all’emergenza coronavirus precedenti il varo del decreto.

L’annuncio della ministra del lavoro Catalfo

La ministra del Lavoro Nunzia Catalfo ha anticipato uno dei contenuti più attesi del decreto nella parte cioè che riguarda le misure a sostegno delle famiglie. “Nel decreto al vaglio del governo “ci saranno misure importanti per i lavoratori, le imprese e, ovviamente, le famiglie. Nessuno perderà il lavoro per il problema del Coronavirus. Garantiamo ammortizzatori sociali per tutti i lavoratori e congedi parentali per aiutare i genitori con figli ad affrontare questo difficile momento, ha dichiarato la ministra del Lavoro in un’intervista ad Avvenire in cui spiega i provvedimenti in arrivo.

15 giorni con effetto retroattivo

“Le famiglie potranno chiedere il congedo dall’entrata in vigore del decreto con effetto retroattivo. Questa misura, che avrà una durata di 15 giorni e prevederà un’indennità parametrata alla retribuzione per tutti coloro che hanno figli fino a 12 anni e senza limiti di età per chi ha figli disabili, sarà accessibile a tutti quei nuclei che ne hanno bisogno”, dichiara Catalfo.

Valido per mamme e papà. Senza limiti di reddito

Precisando l’assenza di “vincoli di accesso” per genere e reddito. Potranno utilizzarlo sia le mamme sia i papà che non siano già in lavoro agile o a casa con altri meccanismi di sostegno al reddito, come ad esempio la Cig”. Accanto a questo ci saranno i “i voucher baby-sitter”. (finte Ansa)