Contagio uguale infortunio sul lavoro. Se dipendente muore, omicidio colposo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Maggio 2020 13:57 | Ultimo aggiornamento: 12 Maggio 2020 14:01
Contagio uguale infortunio sul lavoro. Se dipendente muore, omicidio colposo

Contagio uguale infortunio sul lavoro: se il dipendente muore? (Ansa)

ROMA – I casi di infezione da coronavirus in azienda sono a tutti gli effetti paragonabili agli infortuni sul lavoro, dice la legge.

Tutela Inail già dalla quarantena

Per cui, giustamente, l’infezione al lavoro fa scattare automaticamente tutte le tutele assicurative e salariali Inail del caso, come per gli altri infortuni o malattie, già a partire dal periodo di quarantena.

Se il dipendente muore?

Ma se il dipendente contagiato muore, il datore di lavoro non rischia forse addirittura il processo penale?

Rischia sempre, sia se non ha rispettato le regole di sicurezza sul posto di lavoro, sia se è stato sollecito e premuroso nel farle applicare.

Anche perché il contagio può avvenire sul posto di lavoro come ovunque, come si fa a stabilirlo? 

E con che animo piccole e medie imprese riapriranno con questa spada di Damocle incombente?

Scudo penale per i datori di lavoro?

La soluzione potrebbe arrivare sul piano normativo: piccole e medie imprese chiedono uno “scudo penale” per i datori di lavoro.

Secondo i consulenti del lavoro – e non solo – l’equiparazione fatta dall’articolo 42 del D.L. n. 18/2020 tra infortunio sul lavoro e contagio da Covid-19 potrebbe portare al coinvolgimento dell’imprenditore sul piano penale per i reati di lesioni o di omicidio colposo, nel caso di decesso del dipendente.

“È indispensabile introdurre una misura legislativa che escluda la responsabilità degli imprenditori nel caso un dipendente contragga il Coronavirus”.

A chiederlo è anche la Cna che sottolinea come una direttiva europea del 1989 “consente agli Stati di escludere la responsabilità dei datori di lavoro per atti dovuti a circostanze estranee, anormali, imprevedibili, eccezionali, le cui conseguenze non avrebbero potuto essere evitate nonostante tutta la diligenza possibile”. (fonte Ansa)