Paghi in contanti? Niente detrazione fiscale. Le spese scaricabili con carte e bonifici

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Gennaio 2020 9:49 | Ultimo aggiornamento: 23 Gennaio 2020 9:49
Paghi in contanti? Niente detrazione fiscale. Le spese scaricabili con carte e bonifici

Lotta ai contanti. I pagamenti tracciabili consentono la detrazione fiscale (Ansa)

ROMA – Da quest’anno sarà sempre più conveniente utilizzare sistemi di pagamento alternativi ai contanti, specie per ragioni fiscali. Per contrastare l’evasione fiscale e promuovere pagamenti tracciabili, un grande incentivo (o disincentivo per il cash) riguarda la detraibilità delle spese. 

Da quelle sanitarie a quelle funerarie, dagli interessi sul mutuo all’iscrizione alla palestra dei figli. Potrai cioè scaricare quanto consentito dalla legge solo se, per i pagamenti effettuati, avrai utilizzato carte di credito/debito, bancomat, bonifico bancario, bonifico postale o assegni. Di seguito l’elenco delle spese detraibili solo tramite pagamenti tracciabili.

– Spese mediche e veterinarie
– Interessi passivi mutui prima casa
– Intermediazioni immobiliari per abitazione principale
– Spese funebri
– Frequenza scuole e università
– Assicurazioni rischio morte
– Erogazioni liberali
– Iscrizione ragazzi ad associazioni sportive, palestre, piscine ed altre strutture ed impianti sportivi
– Affitti studenti universitari
– Canoni relativi all’abitazione principale
– Le spese per gli addetti all’assistenza personale nei casi di non autosufficienza
– Abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale. (fonte Il Messaggero)