Servono liquidi, gli italiani optano per l’ipoteca sulla casa: più mutui

Pubblicato il 23 Novembre 2011 13:22 | Ultimo aggiornamento: 23 Novembre 2011 13:26

ROMA – Servono contanti per mandare avanti una famiglia, così gli italiani scelgono di ipotecarsi la casa. Una ricerca del portale Mutui.it racconta il nostro Paese in crisi, uno spaccato d’Europa in cui per tirare avanti si chiede un mutuo liquidità.

Su 25 mila preventivi di mutui analizzati il 4% delle domande è legato al bisogno di avere dei soldi subito: nell’ultimo anno queste necessità sono aumentate dal 3% al 4,1%. Si chiedono 116.000 euro, pari al 48% del valore dell’immobile che si intende ipotecare. Chi opta per questa soluzione afferma di risarcire in 20 anni. Inoltre le richieste di mutuo variabile sono il 45%, quelle a tasso fisso il 40% del totale.

Così, con questi finanziamenti, si possono avere in mano almeno 50 mila euro in contanti. Da questo genere di opzioni è partito il caos sui subprime americani.

Come spiega il Corriere della Sera i “mutui di questo tipo sono sottoposti a garanzie più rigide rispetto a quelli tradizionali: mancanza di precedenti ipoteche, tassi di interesse più elevati e un rapporto valore dell’immobile mutuo erogato che di solito non supera il 50% (anche se in alcuni, rari casi, relativi a lavoratori dipendenti si può arrivare al 70%)”.