Conti pubblici, maggio nero: fabbisogno statale raddoppiato a 8,8 miliardi

Pubblicato il 3 Giugno 2013 19:53 | Ultimo aggiornamento: 3 Giugno 2013 19:54
Conti pubblici, maggio nero: fabbisogno statale raddoppiato a 8,8 miliardi

Fabrizio Saccomanni (Foto Lapresse)

ROMA – Male l’andamento dei conti pubblici. Quello che è appena finito è stato un maggio nero anche per il fabbisogno del settore statale: il rosso in questo mese è raddoppiato rispetto ad un anno prima, passando da 4,329 miliardi a 8,8 miliardi.

A diffondere i dati il ministero dell’Economia, che sottolinea come, però, ”l’evoluzione nel mese delle entrate fiscali risulta in linea con le previsioni annuali”.

”Nel mese di maggio 2013, spiega la nota del ministero dell’Economia, si è realizzato un fabbisogno del settore statale pari, in via provvisoria, a circa 8.800 milioni, che si confronta con i 4.329 milioni del mese di maggio 2012”.

Il fabbisogno del mese di maggio 2013 rispetto allo stesso mese dello scorso anno, sconta il pagamento di maggiori interessi per circa 2.200 milioni, dovuti ad una diversa calendarizzazione delle scadenze, e maggiori prelievi per 1.200 milioni da parte degli enti soggetti al regime di tesoreria, i cui effetti sono già considerati nelle stime annue. A causare il peggioramento anche i maggiori rimborsi fiscali e l’anticipo di alcuni pagamenti minori.