L’importanza di Malpensa durante l’emergenza Covid-19

di redazione Blitz
Pubblicato il 25 Marzo 2020 19:07 | Ultimo aggiornamento: 25 Marzo 2020 19:12
L'importanza di Malpensa durante l'emergenza Covid-19 04

MILANO – Operatori sanitari, medicinali, respiratori e beni di prima necessità continuano ad arrivare a Malpensa. Rimasto l’unico aeroporto ancora attivo in Lombardia, come tale sta diventando il fulcro per tutti i trasporti, ora più che mai, necessari e indispensabili.

Un flusso che negli ultimi giorni ha visto l’arrivo di personale medico e materiale sanitario, da diverse parti del mondo come Cina, Russia e Cuba. Anche oggi, per esempio, è previsto l’arrivo di un volo China Eastern Airlines decollato da Fuzhou, capitale della provincia del Fujian, con medici e attrezzature sanitarie donate dalla Repubblica popolare cinese, che verranno dirottate sugli ospedali della Toscana per far fronte all’emergenza coronavirus.

Oltre tutti i voli legati agli aiuti umanitari e sanitari, a Malpensa anche tutto il traffico cargo non si è mai potuto interrompere o limitare. Anzi. In un momento come questo, questi flussi consentono al nostro paese di continuare ad esportare i prodotti del made in Italy. Ci garantiscono l’approvvigionamento continuo dei prodotti della filiera agroalimentare e di conseguenza, ci consentono di avere gli scaffali sempre pieni nei supermercati.

Un traffico indispensabile, che viene sostenuto da una capacità riorganizzativa degli scali, davvero importante. A tutto il traffico merci, negli ultimi giorni, si è reso necessario aggiungere l’organizzazione di numerosi voli internazionali per il rimpatrio dei cittadini ospitati all’estero, verso i propri paesi d’origine.

Questi voli hanno riportato piccoli afflussi di passeggeri negli scali, richiamando una maggiore attenzione da parte dei gestori per far rispettare le attuali normative di sicurezza.

Proprio in queste ultime ore, il presidente della regione Lombardia, Attilio Fontana, ha riferito di una segnalazione con delle foto in cui si vedevano diverse persone riversate tutte insieme nelle aree di controllo. Dalle foto che abbiamo raccolto dallo scalo però, non c’è traccia di situazioni di questo tipo.

Le indicazioni da parte degli operatori aeroportuali sembrano essere rispettate un po’ da tutti. Dai controlli di sicurezza ai Gate, le distanze di sicurezza vengono fatte rispettare rigorosamente, con richiami e inviti comunicati continuamente anche attraverso altoparlanti e monitor.

Ciò nonostante la riduzione del personale e di tutto il traffico passeggeri passato da circa 70mila passeggeri al giorno, a poco meno di 1000, anche dopo la chiusura di Linate stabilita con il primo decreto Covid-19.

L'importanza di Malpensa durante l'emergenza Covid-19 01

L'importanza di Malpensa durante l'emergenza Covid-19 02

L'importanza di Malpensa durante l'emergenza Covid-19 03

L'importanza di Malpensa durante l'emergenza Covid-19 04