Coronavirus, economia tedesca nel 2020 in calo del 6,6%

di Caterina Galloni
Pubblicato il 29 Aprile 2020 6:00 | Ultimo aggiornamento: 28 Aprile 2020 19:09
Coronavirus, economia tedesca nel 2020 in calo del 6,6%

Coronavirus, economia tedesca nel 2020 in calo del 6,6% (Nella foto Ansa, il ministro dell’economia tedesca, Altmaier)

BERLINO  –  L‘economia tedesca nel 2020 subirà una contrazione del 6,6%: la stima è dell’Istituto IFO e aggiunge che la più grande economia europea si è ridotta dell’1,9% nei primi tre mesi di quest’anno e si prevede una contrazione del 12,2% nel secondo trimestre.

Un calo che rappresenterebbe il più grande dal 1949 e la situazione non invertirà la tendenza fino alla fine del 2021.

L’IFO ha segnalato un crollo della domanda di esportazioni tedesche, su cui si basa fortemente l’economia del paese.

Le aspettative di esportazione sono diminuite in quasi tutti i settori, particolarmente colpita è l’industria automobilistica.

Hanno subito un duro colpo anche il settore dell’ingegneria meccanica e tessile, mentre l’ingegneria chimica ed elettrotecnica hanno registrato solo un lieve calo.

Una terribile notizia economica, arrivata mentre la Germania tenta di uscire dal lockdown a seguito della diminuzione significativa di nuovi casi positivi al coronavirus.

Il Robert Koch Institute ha riportato 1.114 nuovi casi, in leggera crescita rispetto alla cifra di lunedì scorso, ma comunque ben al di sotto del picco di 6.294 del 28 marzo.

Dall’inizio della pandemia, il paese ha confermato 156.337 casi positivi e in totale 5.913 decessi.

Il ministro dell’economia tedesco Peter Altmaier ha avvertito che il settore della ristorazione, per andare avanti avrà bisogno di un fondo di salvataggio.

La Germania ha iniziato ad allentare delle restrizioni, alcuni negozi e fabbriche ora sono aperti, ma sono ancora in vigore le più rigide regole di distanziamento sociale, sui trasporti pubblici e nella maggior parte dei negozi i tedeschi sono tenuti a indossare una mascherina. (Fonte: The Daily Mail)