Coronavirus, S&P conferma rating dell’Italia a BBB con outlook negativo

di redazione Blitz
Pubblicato il 24 Aprile 2020 22:08 | Ultimo aggiornamento: 24 Aprile 2020 23:22
Coronavirus, Standard&Poor's conferma rating dell'Italia a BBB con outlook negativo

Coronavirus, Standard&Poor’s conferma rating dell’Italia a BBB con outlook negativo (Foto Ansa)

NEW YORK  –  Niente downgrade, almeno per adesso. L’agenzia americana S&P conferma il rating BBB del’Italia, ribadendo però l’outlook negativo, anticamera del declassamento che potrebbe arrivare in ottobre se la situazione del nostro Paese, duramente colpito dalla pandemia, non dovesse mostrare segni di miglioramento. 

L’agenzia parla però di segnali incoraggianti, grazie ai dati delle ultime due settimane che indicano il progressivo calo delle ospedalizzazioni e dei decessi per coronavirus.

S&P prevede che il deficit italiano salirà al 6,3% del pil alla fine del 2020 con un debito vicino al 153%, mentre il pil italiano si contrarrà del 9,9% nel 2020, con un rimbalzo il prossimo anno quando segnerà un aumento del 6,4%.

“La tempistica e la forma della ripresa restano incerte”, afferma S&P, prevedendo un tasso di disoccupazione all’11,2% quest’anno.  

“Ci attendiamo che il nuovo debito dell’Italia in seguito alla pandemia sarà acquistato dalla Bce tramite i programmi preesistenti e nuovi, incluso quello da 750 miliardi di euro chiamato PEPP (Pandemic Emergency Purchase Programme)“, sottolinea S&P, ricordando come da quando la Bce ha lanciato il suo programma di Qe nel marzo del 2015 il Tesoro italiano ha migliorato il profilo del debito pubblico.

Con l’impegno della Bce il governo italiano sarà in grado di finanziarsi a tassi nominali intorno allo 0,8% in media quest’anno. 

Ecco le valutazioni sull’Italia delle maggiori agenzie di rating:

  • MOODY’S: Baa3 con outlook stabile
  • STANDARD & POOR’S: BBB con outlook negativo
  • FITCH: BBB con outlook negativo
  • Dbrs: BBB (high) con outlook stabile 

(Fonte: Ansa)