Coronavirus, voucher babysitter da 1000 euro anche per le forze dell’ordine

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Marzo 2020 14:06 | Ultimo aggiornamento: 20 Marzo 2020 14:06
Coronavirus, voucher babysitter da 1000 euro anche per le forze dell'ordine

Coronavirus, voucher babysitter da 1000 euro anche per le forze dell’ordine (foto ANSA)

ROMA – “Con il decreto Cura Italia è previsto il congedo parentale per 15 giorni aggiuntivi al 50% del trattamento retributivo o, in alternativa, un voucher babysitter da 600 euro. Per il personale sanitario e le forze dell’ordine il voucher sarà di 1.000 euro“. Lo ricorda il ministero dell’Economia con una serie di tweet con cui sta elencando le principali misure per i lavoratori e le famiglie contenute nel provvedimento.

Le regole di fruizione prevedono però che il bonus sia richiedibile solo da quei nuclei familiari nei quali tutti e due i genitori risultano lavoratori. Oltre a ciò, i figli devono aver maturato un’età non superiore ai 12 anni.

Ovviamente tra le precondizioni figura l’assunzione regolare della babysitter, visto che il voucher è pensato in modo specifico per questo tipo di servizio. Da notare che il beneficio non è destinato solo ai lavoratori dipendenti. Infatti, anche liberi professionisti non iscritti all’Inps (come ad esempio avvocati, commercialisti e consulenti del lavoro) potranno usufruire del provvedimento.

Dal punto di vista pratico i voucher possono essere utilizzati facendo ricorso al libretto di famiglia 2020 dell’Inps. In questo senso, la babysitter deve risultare regolarmente assunta con il contratto di riferimento specifico previsto al CCNL sulla disciplina del lavoro domestico. L’inquadramento della babysitter andrà quindi deciso in base al livello di esperienza ed alle competenze.

La retribuzione è calcolata in base alle ore lavorative, con un contratto a tempo pieno che prevede in via ordinaria 40 ore. Ovviamente sono previsti minimi retributivi che dipendono dal tipo di inquadramento. (fonti ANSA, FIDELITY NEWS)