Economia

Corte dei Conti: “Nel 2017 mancheranno 13, 7 miliardi di gettito”

Corte dei Conti: "Nel 2017 mancheranno 13, 7 miliardi di gettito"

Raffaele Squitieri (Foto Lapresse)

ROMA – La Corte dei Conti lancia l’allarme: nel 2017 mancheranno 13,7 miliardi di gettito fiscale. “Colpa” della Legge di Stabilità 2014. Anche se al momento non si richiede una manovra bis.

La magistratura contabile è preoccupata per le “coperture fragili” contenute in un nuovo documento, già inviato al presidente delle Camere, che tiene conto delle “prospettive della finanza pubblica dopo la Legge di Stabilità” varata dal governo Letta e serve, spiega il presidente Raffaele Squitieri

“a fornire una visione generale dei conti pubblici a Parlamento e Governo anche in questa fase particolare della formazione del nuovo esecutivo. Ci sono segnali, direi modesti, di ripresa e noi monitoriamo la situazione. La Corte sarà vigile”.

Il 2014 resta un anno di “tregua fiscale”, ha ribadito la Squitieri, ma c’è il rischio delle entrate future, anche considerate le nuove regole europee sul rientro del debito pubblico.

L’accelerazione del pagamento dei debiti della Pubblica Amministrazione e la revisione della spesa del commissario Carlo Cottarelli non paiono aver dato grande impulso all’economia, sottolinea la Corte dei Conti. 

Quest’anno, poi, non diminuirà, secondo i magistrati contabili, la stretta creditizia, anche a causa dei vincoli imposti da Basilea 3 e dagli stress test. Resta il divario tra l’abbondanza di liquidità nel mercato finanziario e la scarsità di soldi nel settore reale. 

 

To Top