Crescono in Italia i giovani disoccupati, quasi 8 punti in più di quelli Ue

Pubblicato il 31 Marzo 2010 12:50 | Ultimo aggiornamento: 31 Marzo 2010 12:50

Cresce ancora la disoccupazione giovanile in Italia di 0.8 punti percentuali rispetto a gennaio e 4 rispetto a febbraio 2009. Secondo i dati provvisori dell’Istat il 28,2% nella fascia di età tra 15 e i 27 anni è infatti senza un lavoro. I dati non sono per nulla confortanti soprattutto se si confrontano con quelli dell’Unione europea. Il tasso italiano infatti è superiore di 7,6 punti rispetto a quello relativo alla Ue-27 (20,6%). Resta stabile invece il tasso complessivo a 8,5%. Il mese scorso, sottolinea l’istituto, sono stati persi 400 mila posti di lavoro.

Sul fronte europeo invece, secondo i dati Eurostat, il tasso di disoccupazione  ha raggiunto a febbraio il 10%, contro il 9,9% di gennaio. Nel febbraio 2009, il tasso era all’8,8%. Secondo l’ufficio di statistica europeo questo rappresenta il picco record per i 16 paesi della moneta unica dall’agosto del 1998. Nell’Unione europea, la disoccupazione a febbraio si è attestata al 9,6%, rispetto al 9,5% di gennaio. Nel febbraio 2009 era all’8,3%.