Crisi: la Consob indaga su possibili anomalie negli scambi in Borsa

Pubblicato il 7 Maggio 2010 12:45 | Ultimo aggiornamento: 7 Maggio 2010 13:09

P.zza Affari, Palazzo della Borsa

La Consob ha avviato da ieri tutti gli accertamenti del caso “per verificare eventuali anomalie o irregolarità nelle contrattazioni sui mercati nelle sedute degli ultimi giorni”.

È quanto dichiarano all’Ansa fonti vicine alla commissione, che ha già preso contatti «con i principali intermediari e le altre Autorità competenti per chiarire le dinamiche che hanno caratterizzato le recenti turbolenze».

Il presidente della Consob, Lamberto Cardia, è attualmente a Barcellona, dove si sta tenendo la riunione dell’associazione delle autorità di mercato europee, il Committee of European Securities Regulators (Cesr). Si tratta di una riunione calendarizzata da tempo, che quindi non ha all’ordine del giorno l’ultima e recentissima crisi dei mercati.

Considerata però la presenza simultanea di tutti i regolatori, spiegano le fonti, la riunione potrebbe rappresentare l’occasione «per fare una prima valutazione congiunta, anche al fine di eventuali iniziative comuni».

Fra le autorità con cui la Consob ha avviato contatti, spiegano altre fonti, c’é anche la Banca d’Italia, che proprio ieri, è intervenuta per rassicurare i mercati e il sistema bancario, definito “robusto”, e per spiegare i punti di forza del nostro Paese rispetto ai concorrenti europei. Parole ripetute anche nel rapporto sull’Italia presentato oggi da Moody’s a Milano.