Crisi finanziaria/ Ben Bernanke a ruota libera in tv: “Abbiamo evitato una seconda Grande Depressione”

Pubblicato il 28 Luglio 2009 13:30 | Ultimo aggiornamento: 28 Luglio 2009 13:30

182742_DCSA108_APL’accusa principale è perché investire tanti miliardi pubblici per salvare le banche colpevoli della crisi finanziaria. Ben Bernanke, il presidente della Federal Reserve, parla a ruota libera sugli schermi della Pbs in uno show in onda da Kansas City. L’obiettivo è spiegare ai telespettatori le scelte prese in questi ultimi mesi. «Ho dovuto turarmi il naso certe volte per decidere il salvataggio di certi istituti di credito» e ancora: «Ho trascorso parecchie notti sul divano del mio ufficio».

Alla domanda se non fosse più giusto preoccuparsi delle piccole imprese, lui ammette che «sì, è vero, molti piccoli imprenditori erano in difficoltà tanto quanto le banche, ma non intervenire a favore anche di chi ha speculato con scommesse selvagge avrebbe causato gravissimi problemi all’economia».

Non voleva passare alla storia come il presidente della Federal Reserve della seconda Grande Depressione: «Ciò che ci siamo trovati di fronte è simile a una tempesta perfetta: problemi finanziari, immobiliari e del credito tutti insieme».