Crisi, Fmi: "Lagarde, rischio contagio in Eurozona è concreto"

Pubblicato il 2 Dicembre 2011 22:02 | Ultimo aggiornamento: 2 Dicembre 2011 23:53

RIO DE JANEIRO, 02 DIC – In relazione alla crisi in Europa, l'Italia sta adottando le misure necessarie, ma il rischio di contagio ad altri Paesi dell'Ue e' concreto. Lo ha detto il direttore generale del Fmi, Christine Lagarde, nel corso di una intervista alla Rede Globo di San Paolo, in Brasile.

''Italia e Portogallo – ha affermato Lagarde – stanno procedendo secondo i piani, mentre il caso della Grecia si e' rivelato piu' complicato di quanto pensavamo inizialmente. Il rischio di contagio nell'Eurozona – ha aggiunto – e' qualcosa di concreto''.

''Se non troviamo una soluzione rapida, globale e collettiva – ha continuato il direttore del Fmi – la zona dell'Euro corre il rischio di aver perso un decennio intero''.

Lagarde, in Brasile da ieri dopo aver visitato Peru' e Messico, ha sottolineato anche la frustrazione dell'organismo che presiede per non aver previsto l'arrivo della crisi. ''Anche noi, come altri, abbiamo fallito nel non riconoscere i segnali della crisi in anticipo. Non mi conforta il fatto che quasi nessuno ci e' riuscito – ha aggiunto – solo uno o due economisti al mondo l'avevano prevista. Il fatto e' che noi – ha concluso – non l'abbiamo vista in tempo''.