Crisi/ I banchieri sudamericani: “Saremo i primi fuori dalla crisi”

Pubblicato il 15 Luglio 2009 14:14 | Ultimo aggiornamento: 15 Luglio 2009 14:14

L’America Latina sarà la prima area del mondo a uscire dalla grande recessione del 2008-2009. Parola di  Ricardo Marino, presidente della Federazione delle Banche Sudamericane. Le ragioni della prospettiva rosea sono che nella pancia delle banche latinoamericane non ci sono titoli tossici nè debiti per mutui immobiliari.

Il grande problema delle banche del Continente Latinoamericano è il debito dei governi, una tradizione pesante per molti paesi dell’area. Secondo Marino le banche sono ben posizionate per affrontare  le morosità, in un quadro migliore di quello che negli anni Ottanta falciò il sistema finanziario sudamericano.

Molto dei benefici del sistema bancario derivano dalle condizioni dei paesi in via di sviluppo, che sono molti e pimpanti, a incominciare dal Cile, rispetto alle economie europee, asiatiche e nordamericane. Consolidare il sistema finanziario è la ricetta con la quale America Latina “cucinerà” per prima la crisi.