Ue, Juncker: “Se la Spagna chiede aiuti le condizioni saranno durissime”

Pubblicato il 18 settembre 2012 19:59 | Ultimo aggiornamento: 18 settembre 2012 20:24
Jean-Claude Juncker

Jean-Claude Juncker (Foto Lapresse)

BERLINO – Il presidente dell’Eurogruppo, Jean-Claude Juncker, sposa la linea del rigore assoluto con la Spagna: “Se chiedesse l’aiuto del fondo salva Stati e l’intervento della Banca centrale europea sarebbe sottoposta a condizioni durissime”, ha detto intervistato dalla televisione tedesca Bayerisches Fernsehen.

Una tv, quindi, dello stesso Paese dei rigoristi Angela Merkel e, soprattutto, Jens Weidmann, il governatore della Bundesbank (la Banca centrale tedesca) contrario agli aiuti e all’acquisto di bond dei Paesi in difficoltà.

“Come la Spagna, ha aggiunto Juncker, anche altri Paesi dovrebbero sottostare alle condizioni poste. Ciò considerato, per superare la crisi del debito occorre proseguire sulla strada delle riforme, perché il piano di acquisti di bond dei Paesi deboli annunciato dalla Bce non sarà sufficiente”.