Crisi, Juncker (Ue): “Non accettiamo lezioni dagli Usa”

Pubblicato il 27 Settembre 2011 15:46 | Ultimo aggiornamento: 27 Settembre 2011 17:13

STRASBURGO, 27 SET – ”No a lezioni che vengono da oltreoceano”. Cosi’ il presidente Eurogruppo Jean-Claude Juncker al Parlamento europeo.  ”Non sono stati i disoccupati greci ad aver fatto fallire Lehman Brothers”, ha argomentato Juncker, che ha rincarato la dose della critica agli Stati Uniti aggiungendo: ”Spesso si dimentica la vera origine della crisi attuale. Ed e’ scandaloso”.

Rispondendo ad un parlamentare sull’ipotesi di uscita di 1 o 2 paesi dall’eurozona, Juncker si e’ detto ”veemente contrario”.”Non risolvera’ il problema. Accrescera’ quelli dei paesi Ue-27 e di quelli vicini”.

Secondo Junsker, la Bce ”ha fatto la cosa giusta” intervenendo con l’acquisto dei titoli di Stato dei Paesi sotto attacco. ”Ho massimo rispetto dell’indipendenza della Bce”, ha poi aggiunto ricordando che entro meta’ ottobre il compito di acquistare titoli di Stato sul mercato secondario ora svolto dalla Banca centrale dovrebbe ”essere attribuito” all’Efsf.