Crisi: euro ai minimi. Venerdì nuova riunione dell’Eurogruppo

Pubblicato il 18 maggio 2010 9:28 | Ultimo aggiornamento: 18 maggio 2010 10:03

Dopo la fumata nera di ieri sera, venerdì 21 maggio è stata convocata una nuova riunione dell’Eurogruppo per decidere la politica comune per affrontare la crisi. Ad annunciarlo è stato il presidente dei ministri dell’Eurozona, Jean-Claude Juncker.

La riunione  servirà a proseguire la discussione sul funzionamento del piano salva-euro deciso dai leader . Tra i nodi da affrontare, anche come rendere operativo il fondo intergovernativo da 440 miliardi che dovrà raccogliere i soldi da prestare ai Paesi a rischio, indebitandosi sul mercato.

L’incontro di venerdì seguirà quello di lunedì 17, in cui i ministri dell’Ecofin sono riusciti a raggiungere alcun accordo.

A divider i ministri delle finanze dell’eurozona sarebbe la mozione Merkel: la Germania punterebbe i piedi perché i parlamenti nazionali votino ogni volta che il fondo dovrà intervenire, esprimendo una posizione diversa da quella della Francia e della Commissione Ue che vorrebbero un via libera unico, la prima volta che il fondo dovrà intervenire.

La decisione, il 9 maggio scorso, di un piano da 720 miliardi come garanzia per l’area euro aveva mandato in fibrillazione i mercati europei.

Ma i mercati sono tornati a traballare, e l’euro ha raggiunto quota 1,22 dollari: il minimo da aprile 2006.