Crisi, torna a calare la produzione industriale

Pubblicato il 10 Marzo 2011 12:39 | Ultimo aggiornamento: 10 Marzo 2011 12:39

ROMA – Il calo mensile registrato a gennaio dalla produzione industriale risente dei ribassi segnati nei raggruppamenti dell’energia (-5,0%), dei beni di consumo (-2,3%), sopratutto i non durevoli (-3,6%), e dei beni intermedi (-0,7%). Positiva è invece la variazione per i beni strumentali (+0,7%).

Secondo i dati dell’Istat, inoltre, la dinamica tendenziale (dati corretti per gli effetti di calendario) segna variazioni positive per i beni strumentali (+5,4%) e per i beni intermedi (+3,1%). Un calo, al contrario, si registra per i beni di consumo (-5,9%), mentre il comparto dell’energia segna una variazione nulla.

Guardando ai settori, quello che su base annua rileva la diminuzione più ampia è quello della fabbricazione di computer, prodotti di elettronica e ottica, apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi (-11,1%).

Il calo mensile registrato dall’indice della produzione industriale a gennaio 2011 (-1,5%), secondo i dati diffusi oggi dall’Istat, disattende le previsioni positive degli economisti, che guardavano al dato di gennaio in rialzo (tra +0,5% e +0,7% circa).