Crisi, Russia/ L’economia continua ad essere debole ma la borsa vola

Pubblicato il 23 maggio 2009 11:09 | Ultimo aggiornamento: 23 maggio 2009 11:10

Nonostante la persistente debolezza dell’economia russa, la borsa è volata fino a diventare la più remunerativa del mondo, dopo aver toccato il fondo lo scorso autunno, a quanto scrive il New York Times.

La performance è dovuta all’aumento dei prezzi dei prodotti energetici nei mesi recenti, che ha spinto gli investitori a rientare nel mercato, anche se il governo per due volte quest’anno ha ridotto le aspettative di crescita economica.

Altri importanti mercati emergenti, come la Cina, l’India e il Brasile si sono ripresi in virtù dei segnali secondo cui la fase peggiore dell’economia globale sarebbe passata, ma quello della Russia è in cima alla lista.

La spiegazione fornita dal chief economist di Merrill Lynch a Mosca, Yulia Tseplayeva, e’ che ”gli investitori non si basano sui dati macroeconomici per decidere se investire in Russia. Seguono l’andamento dei prezzi del petrolio – ha aggiunto – e sono convinti che se il petrolio aumenta andrà bene anche la borsa. Il che è vero”.