Crisi Usa / Accordo con i creditori evita la bancarotta di Cit, istituto specializzato nel credito a piccole e medie imprese

Pubblicato il 21 Luglio 2009 9:20 | Ultimo aggiornamento: 21 Luglio 2009 10:39

Il cda di Cit, una delle principali banche Usa specializzate in credito alle piccole e medie imprese, ha dato il via libera ad un accordo con alcuni suoi obbligazionisti che ne scongiurerà il fallimento. Lo riporta il ‘Financial Times’. Almeno sei dei principali creditori di Cit – hedge fund e societa’ di private equity come CapRe, Centerbridge Partners, Oaktree Capital, Pimco e Silverpoint Partners – convinti che un crac avrebbe causato loro perdite maggiori, sosterranno la banca con un pacchetto di prestiti biennale da tre miliardi di dollari. Cit, nel frattempo, dovrà trattare uno scambio con gli altri obbligazionisti, convincendoli a cedere i loro crediti in cambio di azioni della banca, che poi tornerà a chiedere prestiti al governo.

La Casa Bianca non ha voluto prestare nuovo sostegno a Cit (che l’anno scorso ha ricevuto 2,3 miliardi di dollari di aiuti pubblici) in quanto non la considera di rilevanza sistemica, e la Fdic ha finora negato alla società l’accesso al suo programma straordinario di finanziamenti. Una bancarotta di Cit avrebbe comunque avuto un impatto molto duro sull’economia Usa. La banca fornisce infatti credito a quasi un milione di aziende americane.