Crisi, Usa/ Aumentano i prezzi delle case per la prima volta da tre anni, ma resta bassa la fiducia dei consumatori

Pubblicato il 28 Luglio 2009 18:56 | Ultimo aggiornamento: 28 Luglio 2009 18:56

Per la prima volta da tre anni i prezzi delle case unifamigliari negli Stati Uniti sono aumentati a maggio rispetto ad aprile inducendo gli analisti dell’indice Standard & Poor/Case Shiller a ritenere che i prezzi si stanno stabilizzando, a quanto riferisce la Reuters.

L’aumento nelle venti aree metropolitane campione e’ aumentato a maggio dello 0,5 per cento rispetto ad aprile, quando sono scesi dello 0,6 per cento. Su base annua l’aumento di aprile risulta in una discesa del 17,1 per cento, anche se il declino e’ diminuito per il quarto mese consecutivo. Questo declino e’ durato per 16 mesi consecutivi, dall’ottobre 2007 alla fine di gennaio.

Secondo S&P l’indice per le 10 aree metropolitane campione e’ aumentato a maggio dello 0,4 per cento, di contro ad un calo dello 0,7 per cento in aprile, equivalente ad un calo su base annua del 16,8 per cento.

”Questa è la prima volta che assistiamo ad un consistente aumento del prezzo delle case in 34 mesi”, ha dichiarato David Blitzer, presidente della commissione degli indici di S&P, ”il che potrebbe essere un segnale che i prezzi delle case si stanno finalmente stabilizzando”.

Brutte notizie invece sul fronte della fiducia dei consumatori, che è diminuita ulteriormente a causa dei crescenti timori per la galoppante disoccupazione e nonostante la ripresa delle borse.

La Conference Board di New York ha annunciato martedi che l’indice di fiducia dei consumatori, già calato a maggio, a luglio e’ ulteriormente sceso a 46,6, di contro al 49,3 di giugno. Gli economisti sondati dalla Thompson Reuters si aspettavano a luglio un indice di 49. A giudizio degli esperti ci vorrà un indice di 90 per concludere che l’economia si è ripresa stabilmente.