Dazi Usa, in Italia colpiti anche parmigiano e pecorino, amari e liquori

di redazione Blitz
Pubblicato il 18 Ottobre 2019 8:30 | Ultimo aggiornamento: 18 Ottobre 2019 8:30
Dazi Usa, in Italia colpiti anche parmigiano e pecorino, amari e liquori

(Foto Ansa)di re

WASHINGTON  –   Scattano i dazi di Donald Trump contro il made in Europe. E per l’Italia alla fine saranno colpiti tra gli altri prodotti  anche i formaggi, a partire da pecorino e parmigiano, i liquori e gli amari. Dazi al 25% anche per i vini francesi, le olive greche, il whiskey scozzese. In tutto la stretta degli Stati Uniti sulle importazioni dal Vecchio Continente riguarda beni per un valore di 7,5 miliardi di dollari, come stabilito dal Wto (l’Organizzazione mondiale del commercio) in risposta agli aiuti di Stato europei alla Airbus.   

Per l’Italia significa un colpo da quasi mezzo miliardo di euro, anche se il nostro Paese è stato risparmiato su molti prodotti di qualità, molti dei quali con il marchio Dop.

La nuova ondata di tariffe è legata al verdetto dell’Organizzazione mondiale del commercio che, dopo una battaglia legale durata anni, ha giudicato illegali alcuni aiuti pubblici erogati ad Airbus.

Propio in risposta alla battaglia legale sugli aiuti pubblici ad Airbus tra i beni colpiti da dazi al 10% ci sono aerei commerciali e componenti di aerei. La cifra di 7,5 miliardi fissata dal Wto punta a compensare il danno subito dal sistema economico americano. Non è esclusa adesso una rappresaglia da parte dell’Europa anche perché si attente un nuovo verdetto della Wto, stavolta sugli aiuti illegali al colosso Usa Boeing. (Fonte: Ansa)