Decreto legge anticrisi/ Il fisco potrà avere dati forniti da Bankitalia, Consob, Isvap utili per la lotta all’evasione

Pubblicato il 20 Luglio 2009 19:06 | Ultimo aggiornamento: 20 Luglio 2009 19:10

RO230309ECO_0009Gli ispettori del fisco e la Guardia di finanza potranno chiedere e ottenere dalla Banca d’Italia e da altri enti quali Consob e Isvap, dati che possano tornare utili nell’attività di accertamento e nella lotta all’evasione.

Lo prevede l’emendamento dei relatori al decreto legge anticrisi relativo alla detassazione degli utili reinvestiti, nota come Tremonti ter. Per dare copertura alle modifiche proposte alle commissioni Bilancio e Finanze della Camera, l’emendamento interviene sulle misure di potenziamento degli accertamenti. Si stabilisce che gli ispettori potranno «richiedere ad autorità ed enti notizie, dati, documenti e informazioni di natura creditizia, finanziaria e assicurativa relativi alle attività di controllo e di vigilanza svolta dagli stessi, anche in deroga a specifiche disposizioni di legge».

L’emendamento, relativo sia alle imposte sui redditi che all’Iva, prevede la «previa autorizzazione del direttore centrale dell’accertamento dell’Agenzia delle entrate o dei direttori regionali della stessa, ovvero, per il corpo della Guardia di finanza, del comandante regionale».