Decreto sviluppo: lo Stato garante per il mutuo alle giovani coppie

Pubblicato il 19 ottobre 2011 16:34 | Ultimo aggiornamento: 19 ottobre 2011 19:44

ROMA, 19 OTT – Vecchie pagelle addio: dal 2013 verranno diffuse solo online, così come le iscrizioni alle scuole e i pagamenti delle tasse scolastiche. Questa relativa alle “istituzioni discolastiche pubbliche di ogni ordine e grado” è solo una delle norme previste dalla bozza del decreto sviluppo. Certificati online anche in caso di malattia dei figli.

Anche i biglietti dell’autobus e della metropolitana presto saranno solo elettronici. Il motivo? “Incentivare l’uso degli strumenti elettronici per migliorare i servizi ai cittadini nel settore del trasporto pubblico locale, riducendone i costi”.

Un altra novità in arrivo riguarda le giovani coppie sposate senza un contratto di lavoro a tempo indeterminato: per loro sarà lo Stato ad offrire la garanzia per accendere un mutuo sulla prima casa.

Nel piano del governo c’è anche quella che viene definita una razionalizzazione e semplificazione dei controlli sulle imprese, con l’obiettivo di “recare minore intralcio” all’attività imprenditoriale. Per questo il decreto prevede “la proporzionalità dei controlli e dei connessi adempimenti amministrativi al rischio inerente l’attività controllata”, e dispone”il coordinamento e la programmazione dei controlli da parte delle amministrazioni evitando duplicazioni e sovrapposizioni”.

Sono previsti anche incentivi fiscali per gli investimenti nelle infrastrutture: coloro che si aggiudicheranno nuove opere infrastrutturali, si legge nella bozza, comprese in piani o programmi approvati dalle competenti amministrazioni pubbliche, potranno dedurre dal reddito d’impresa l’equivalente degli aumenti di capitale destinati ad investimenti infrastrutturali.

Il decreto sviluppo prevede anche una polizza anti-calamità naturali per garantire un’adeguata e tempestiva riparazione e ricostruzione degli immobili privati destinati a uso abitativo danneggiati o distrutti da calamità naturali. Nella bozza si prevede “una copertura assicurativa obbligatoria del rischio calamità naturali nelle nuove polizze che garantiscono i fabbricati privati destinati a uso abitativo contro l’incendio, con esclusione dei fabbricati abusivi, compresi i fabbricati abusivi per i quali pur essendo stata presentata la domanda di finizione dell’illecito edilizio, non sono stati corrisposti interamente l’oblazione e gli oneri accessori”.

Un’ultima novità per quanto riguarda l’istruzione: i professori universitari ordinari andranno in pensione a 68 anni anziché a 70. Il termine per assumere personale universitario viene poi prorogato al 31 dicembre 2012. Questa norma fa riferimento alle assunzioni “nel limite della spesa pari al 50% di quella relativa al personale a tempo indeterminato complessivamente cessato nel 2010”.

Salta il limite alle spese di personale per l’assunzione di professori associati nelle Università in ‘rosso’. Per le risorse da attribuire nel 2012 e 2013 destinate alla chiamata di professori associati ”non si tiene conto del limite alle spese di personale” finora in vigore che prevedeva che le spese fisse e obbligatorie per l’assunzione del personale di ruolo delle università statali non può ”eccedere il 90% dei trasferimenti statali sul fondo per il finanziamento ordinario”. Non si tiene conto del limite e gli atenei che lo hanno superato possono procedere ma limitatamente ai fondi assegnati.

Per quanto riguarda le amministrazioni pubbliche, dal 1° gennaio 2013 “il reclutamento dei dirigenti e delle figure professionali comuni si svolgerà mediante concorsi pubblici unici”. I concorsi unici saranno organizzati dal Dipartimento della funzione pubblica dopo una “ricognizione del fabbisogno presso le amministrazioni interessate”.

Per completare il processo di dismissione degli immobili degli enti previdenziali, gli aventi diritto potranno “esercitare il diritto di riscatto nel termine del 31 marzo 2012”.

Per quanto riguarda il permesso di costruire, se non verrà espresso “motivato diniego” sulla domanda di permesso di costruire entro 90 giorni dalla richiesta scatterà il meccanismo del silenzio-assenso, cioè il permesso verrà accordato. La bozza del decreto esclude però i casi in cui sussistono vincoli ambientali, paesaggistici o culturali.

Diminuiranno i metri quadrati dedicati alle strutture periferiche delle amministrazioni centrali delo Stato. Nel 2012 e 2013 gli immobili demaniali destinati ad uffici pubblici dovranno diminuire del 10% in termini di metri quadri. Altrettanto dovrà scendere la spesa per il canone di locazione in caso di nuovi contratti. I risparmi realizzati contribuiranno per metà al miglioramento dei saldi di finanza pubblica e per l’altra metà alla contrattazione integrativa.

La bozza prevede poi un correttivo perequativo agli incentivi al fotovoltaico collegato ai gradi-giorni delle zone climatiche, in modo “da uniformare il valore dell’incentivo su tutto il territorio nazionale”. La misura per compensare con una maggiorazione gli impianti in zone meno assolate. Le misure operative saranno indicate in un decreto Sviluppo economico di concerto con l’Ambiente. Scopo della misura sono il raggiungimento degli obiettivi nazionali per lo sviluppo delle fonti rinnovabili e la maggiore efficienza in campo energetico delle tariffe incentivanti sulla produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici.

Per le siringhe con botulino usate per gonfiare le labbra, aghi da piercing o lamette per depilazione si procederà allo smaltimento “fai da te”. Si potranno trasportare “in proprio”, per esempio sulla propria auto, fino ad un massimo di 30 kg al giorno sino all’impianto di smaltimento (termodistruzione). La norma riguarda estetisti, acconciatori, truccatori, tatuatori, chi fa piercing, agopunturisti, podologi, callisti, manicure, e pedicure.

Il lavoratore straniero che sia è in attesa del rilascio o del rinnovo del permesso di soggiorno, anche nel caso non venga rispettato il termine dei venti giorni, “può legittimamente soggiornare nel territorio dello stato e svolgere temporaneamente l’attività lavorativa fino ad eventuale comunicazione dell’autorità di pubblica sicurezza”.

Nasce poi una ‘Borsa’ carburanti, il Gme, che diventerà Gmec (gestore dei mercati energetici e dei carburanti), ”definisce un mercato organizzato all’ingrosso dei carburanti nel quale sono negoziati, con listini almeno settimanali, prodotti petroliferi per l’autotrazione”.

Le repliche. In serata in una nota il ministero dell’Istruzione ha scritto: “Le anticipazioni riguardanti la scuola e l’università che, secondo alcune agenzie di stampa, sarebbero contenute nel Dl Sviluppo sono assolutamente infondate e talune di esse in palese contrasto con la linea perseguita dal ministro Gelmini e fatta propria dal governo”.

Riguardo ai mutui garantiti per le giovani coppie di precari “sono già attivi, grazie a un’iniziativa del Ministero della Gioventù”: lo ha detto il ministro della gioventù, Giorgia Merloni, in riferimento alle notizie sulla bozza del decreto sviluppo.  “Già adesso, infatti, le coppie di precari under 35 possono recarsi in banca e accedere al fondo di garanzia per l’accesso al mutuo per l’acquisto della prima casa, così come disposto dal Fondo Casa istituito all’interno del pacchetto Diritto al Futuro” spiega il ministro.